Panna cotta al caffè: il dessert pronto in 10 minuti

ricetta-panna-cotta-al-caffè_800x418

La panna cotta al caffè: un delizioso e fresco dessert che preparerete in circa 10 minuti e farete un figurone con i vostri invitati

La panna cotta al caffè è una delle tante varianti della classica panna cotta, con l’aggiunta sfiziosa ed energica data dalla carica del caffè. La panna cotta è uno di quei dessert che non manca mai nella tavola della maggior parte dei commensali, anche i più disorganizzati. Perché? Perché è un dolce di fine pasto che si prepara in 10 minuti. Anche i padroni di casa più ritardatari e meno organizzati dinnanzi ad una cena o un pranzo improvviso, riusciranno a non deludere i propri invitati e fare un’ottima figura.

Il procedimento e gli ingredienti per fare la panna cotta al caffè

Ingredienti per la panna cotta al caffè per 6 persone

Ecco di seguito la lista degli ingredienti necessari per realizzare 6 panne cotte al caffè, dunque per 6 persone.

  • 400 ml di panna fresca
  • 100 ml di latte
  • 130 ml di caffè
  • 5 cucchiai di zucchero
  • 1 stecca di vaniglia
  • 10 gr di colla di pesce
  • Stampini in alluminio usa e getta

Procedimento per fare la panna cotta al caffè

Fase 1

Iniziate a preparare del caffè, prestando attenzione ad utilizzare una miscela abbastanza forte e corposa. Se non siete esperti di miscele di caffè, potrete aiutarvi utilizzando le capsule caffè di Caffè Vergnano, nell’aroma Intenso o Arabica. Presentano una consistenza importante ed un gusto rigoroso e dunque ben si prestano ad essere lavorate nella preparazione di un dessert come questo, conservando l’aroma persistente. Se siete in possesso di una macchina per caffè, potrete trovare le capsule caffè sul sito caffevergnano.com. Qualora non possediate una macchina per caffè, potrete comunque preparare una buona moka (per almeno 4 persone).

Fase 2

Mettete in ammollo in acqua ben fredda i fogli di colla di pesce. Intanto che la colla di pesce si scioglie, versate la panna fresca in un pentolino insieme al latte, uniteci lo zucchero e la stecca di vaniglia. Mettete sul fuoco il tutto e attendete che il preparato arrivi a sfiorare la fase di bollitura (ma non fate propriamente bollire la panna). Unite la colla di pesce che nel frattempo si sarà sciolta alla perfezione, avendo cura di strizzare i fogli.

Fase 3

Mescolate il tutto ed infine uniteci il caffè. Continuate a mescolare per amalgamare il preparato a fuoco spento.

Fase 4

Filtrate il preparato con un colino, in modo da evitare qualunque residuo possibile (ad esempio della bacchetta di vaniglia ecc..). Versate il composto ottenuto in 6 stampini usa e getta in alluminio per alimenti, facilmente reperibili nei supermarket.

Fase 5

Riponete in frigorifero e lasciate riposare per circa 4-5 ore. Potrete di tanto intanto andare a verificare come procede la fase di solidificazione del dessert: ricordate che dovranno essere pronte per essere sformate ed essere riposte nel piatto dove dovranno riuscire a stare in piedi, dunque devono raggiungere un grado di solidificazione sufficiente.

Guarnizioni e salse per accompagnare la panna cotta al caffè

La panna cotta al caffè si presta benissimo ad essere servita da sola perché l’aroma consistente del caffè fa di questo dessert un dolce al cucchiaio di fine pasto completo.
Se vorrete stupire i vostri commensali, potrete completare il piatto preparando una serie di guarnizioni golose che accompagneranno la vostra panna cotta al caffè.

  • Scaglie di cioccolato fondente
  • Una spolverata di cacao amaro
  • Una salsa a base di cioccolato fondente
  • Una salsa al caffè, realizzata in questo caso con una miscela di caffè più delicata. Ad esempio, si prestano bene per ottenere una delicata crema al gusto di caffè le capsule caffè Cremoso e Lungo della linea di Caffè Vergnano, disponibili sul sito caffevergnano.com

Come impiattare la panna cotta al caffè e stupire gli invitati

La panna cotta al caffè è un dessert dall’aspetto semplice ma dal gusto ricco. Molti preferiscono servirla al naturale, ovvero senza l’aggiunta di ingredienti che potrebbero coprire il suo gusto ben definito (per altri potrebbero invece esaltarlo, punti di vista!).
Sappiamo però, che in fatto di cucina l’occhio vuole la sua parte. Ecco dunque come potersi sbizzarrire per impiattare in modo eccellente la vostra panna cotta al caffè prima di servirla ai vostri ospiti.

Idee per decorare la panna cotta al caffè

  • Un amaretto sbriciolato e lasciato cadere in modo sparso sul dolce e sul piatto
  • Creare dei disegni sulla base del piatto con del caramello o salsa di cioccolato (sarà facile realizzarli attraverso l’utilizzo di siringhe per dolci molto precise)
  • Decorare il dessert con dei chicchi di caffè
  • Posizionare in un angolo del piatto, o sopra la panna cotta, un rametto di vaniglia
  • Guarnire il piatto con degli zuccherini colorati, per dare un tocco di colore al piatto
  • Infine potrete realizzare dei piccoli fiori di panna montata (da posizionare all’angolo del piatto o a fianco del dessert)

In quali occasioni servire la panna cotta al caffè? Meglio il pranzo o la cena?

La panna cotta è un dessert fresco e semplice, ma ben si adatta a tutti gli esigenti palati dei commensali. La panna cotta al caffè presenta quel tocco di gusto in più che dà carattere ad un dolce il cui gusto è molto delicato per natura.

Quando è giusto servire la panna cotta al caffè?

La panna cotta al caffè è un dessert al cucchiaio che ben si presta a qualunque tipologia di cena, pranzo ed occasione. Infatti, non solo per la sua semplicità di preparazione ma anche per i vostri ospiti, sarà un piccolo peccato di gola che si concederanno volentieri.
La semplicità e genuinità degli ingredienti e la fase di preparazione altamente semplice, permettono a questo dessert di essere altamente digeribile e non appesantisce mai troppo (al contrario di alcuni dessert che a fine pasto sono sconsigliatissimi).
L’unica cosa di cui dovrete accertarvi e se qualcuno dei vostri commensali è allergico a qualcuno degli ingredienti presenti nella panna cotta al caffè (pensate ad esempio alla presenza della vaniglia), o se c’è qualcuno intollerante al latte e panna fresca o ancora chi, per problemi di salute, non può consumare caffè.

Varianti golose per la vostra panna cotta al caffè

Per i più esperti e golosi, esistono diverse varianti della panna cotta al caffè. Per arricchire la ricetta base e renderla più accattivante e particolare ecco alcune varianti.

Crema di whisky

La panna cotta al caffè con whisky è una variante consigliata se i vostri commensali sono tutti adulti (né bambini né persone troppo anziane). Per realizzarla dovrete seguire il procedimento base della ricetta ma aggiungere del whisky nel preparato a fine cottura.

Croccante di pistacchio

Guarnite la vostra panna cotta al caffè con delle foglie di croccante al pistacchio. Per realizzarlo, basterà sciogliere lo zucchero in acqua calda. Mescolate il composto sul fuoco, finchè lo zucchero non inizierà a caramellare. Dopodiché potrete aggiungere al composto i pistacchi tritati. Stendete il composto sulla carta forno, aiutandovi con il mattarello. Infine lasciate raffreddare.

Zabaione caldo

La panna cotta al caffè potrebbe essere accompagnata da un cremoso e spumoso zabaione, per realizzare un contrasto particolare che però, si adatta ai palati più strong.

Per fare lo zabaione basterà sbattere a lungo tuorli d’uovo e zucchero, aggiungendo del Marsala secco e cuocere il tutto a bagnomaria fino a divenire denso.

Con quale bevanda servire la panna cotta al caffè

La panna cotta al caffè è un dessert abbastanza completo. Infatti, potrebbe essere servito benissimo da solo, ovvero senza l’accompagnamento specifico di un vino da dessert.

La sua freschezza e consistenza permettono di soddisfare a pieno le esigenze del palato a fine pasto. L’arricchimento con il caffè, potrebbe per giunta eliminare del tutto la fase del caffè post pasto; tuttavia, alcuni dei vostri commensali, potrebbero desiderare terminare il pasto con la consueta tazzina di caffè, come nella migliore tradizione italiana. Non disattendete dunque le loro aspettative e, da rito, ponente la domanda per sapere chi gradisce il caffè.
Se comunque non volete rinunciare ad un buon vino da dessert, potrete servire insieme alla panna cotta al caffè dei vini passiti o liquorosi. Sono vivamente consigliati liquori cioccolatosi.

I bambini possono mangiare la panna cotta al caffè?

La risposta è no. E’ meglio evitare che i bambini mangino la panna cotta al caffè; seppur le dosi di caffè non sono esagerate, è sempre opportuno evitare che un bambino consumi un dolce che contenga caffè perché gli effetti potrebbero essere negativi: disturbi del sonno, iperattività, nervosismo. Se prevedete di avere fra i vostri commensali dei bimbi, optate per la preparazione di panne cotte tradizionali, esclusivamente a base di panna fresca. I loro palati ne saranno deliziati ed i loro genitori ve ne saranno grati.

Altre ricette che potrebbero interessarti