Crema al Caffè: un dessert facile e gustoso

crema-caffe-dessert-facile-e-gustoso_800x418

Il dessert di oggi è semplice da realizzare, ma estremamente gustoso. Ha un basso costo e richiede una preparazione minima. Inoltre, con piccole quantità si riescono a soddisfare tante persone. Di che cosa stiamo parlando? Stiamo parlando della Crema di Caffè in bottiglia. Provatela e non ve ne pentirete.

Si tratta di una bevanda da gustare dopo un pasto. Si beve fredda ed ha un sapore dolce. La preparazione non richiede nessun macchinario particolare, anzi è talmente semplice che basta una bottiglia di plastica vuota. I più golosi potranno anche dare un tocco personale aggiungendo alla fine una crema al cioccolato o alla nocciola.

Vediamo ora come prepararla.

Gli ingredienti necessari per la crema ala caffè

Difficoltà Bassa – Preparazione in 5 minuti – 10 porzioni – Costo estremamente ridotto

  • Panna liquida (500 ml)
  • Caffè (2 capsule compostabili)
  • Zucchero (100 g)
  • 1 Bottiglia di plastica vuota da 1.5 litri
  • (opzionale) Crema al cioccolato o nocciola

Il primo passaggio (ed anche il più importante) è quello di scegliere un buon caffè. Senza la materia prima la nostra crema rischia di non essere all’altezza delle aspettative. Tra le marche migliori in assoluto suggeriamo Vergnano: il caffè è molto buono, è facilmente reperibile e soprattutto il prezzo delle capsule compatibili con le varie macchinette è decisamente ridotto, nonostante un sapore eccellente ed una facilità di utilizzo incredibile.

Una volta preparato il caffè, bisogna poi farlo raffreddare.

Passaggio opzionale

I più golosi potranno aggiungere la crema al cioccolato o alla nocciola e mescolarla con il caffè. Attenzione buongustai: se decidete di effettuare questo passaggio, dovrete prestare molta cura a non creare grumi.

È la volta dello zucchero. Possiamo utilizzare quello a velo per dolci se ce lo abbiamo, sennò semplicemente basta sbriciolarlo il più finemente possibile. Sciogliamo tutto nel caffè. La dose consigliata è di 100 grammi, ma si può variare in base ai vostri gusti.

Prendiamo la bottiglia vuota e versiamo il composto all’interno. Per rendere le cose più semplici si può utilizzare un imbuto. Aggiungiamo poi i 500 ml di panna liquida.

A questo punto comincia l’azione vera e propria: chiudiamo la bottiglia e cominciano ad agitare con veemenza. Bisognerà farlo fino a quando la panna liquida ed il caffè non si sanno mescolati e trasformati in un composto più denso. Ve ne accorgerete e non potrete sbagliarvi.

Generalmente bastano 2 o 3 minuti in base a fattori come la qualità degli ingredienti e la temperatura ambientale. Tuttavia in alcune occasioni potrebbe volercene di più o di meno. L’unica cosa a cui dovete fare attenzione è quella di non eccedere troppo. Una volta che la panna liquida si è trasformata, continuare con le sollecitazioni per troppo tempo rischia di smontarla. Il processo è simile a quello che succede con la maionese impazzita. E noi non vogliamo far impazzire il nostro dessert.

A questo punto la crema caffè è pronta e può essere gustata immediatamente. Suggeriamo però di lasciarla in frigo almeno un’ora prima di servirla, in modo che si rapprenda ulteriormente e dia quella piacevole sensazione di “gelato”.

Generalmente si serve dentro bicchierini da amaro, ma qualcuno preferisce averla dentro le tazzine da caffè e mangiarla con il cucchiaino.

Bonus: provate a cospargere il bicchiere (o la tazzina) con la crema al cioccolato oppure riempirlo di granella di nocciole. Non ve ne pentirete!

Come conservare la crema al caffè

Con la quantità indicata nella ricetta, si possono ricavare circa 10 porzioni. La nostra crema caffè può rimanere in frigo 24-48h. Se però non si prevede di terminare il prodotto entro questo tempo, è consigliabile conservare il nostro dessert in freezer, magari già diviso in piccoli bicchierini monouso pronti per essere gustati. In questo caso, abbiate l’accortezza di rimuoverlo qualche minuto prima dell’utilizzo in modo che possa tornare cremoso.

Altre ricette che potrebbero interessarti